DOCUMENTARI

Alcuni dei tanti (forse troppi) documentari realizzati da Nico Guidetti dal 2003 ad oggi

LA BASILICA DELLA BEATA VERGINE DELLA GHIARA a Reggio Emilia

Documentario, regia di Nico Guidetti, produz. Fabbriceria Laica Tempio B. V. della Ghiara / Mediavision, col., 25′, 2019

Esemplare quasi unico per la progettazione coerente che caratterizza il suo ricchissimo e straordinario ciclo di affreschi, la Basilica della Beata Vergine della Ghiara a Reggio Emilia conserva anche capolavori del Guercino, di Ludovico Carracci e di Alessandro Tiarini. Il documentario racconta la storia e il ricco apparato artistico della Basilica, avvalendosi del prezioso contributo di uno dei massimi esperti dell’arte moderna emiliana, Angelo Mazza.

Guarda


UNA SURREALE NORMALITÀ – Modena e l’Italia al tempo delle leggi antiebraiche

Web-documentario, ideazione, realizzazione e regia di Federico Baracchi e Nico Guidetti, consulenza scientifica Giulia Dodi, progettazione Federico Baracchi, Giulia Dodi, Nico Guidetti, Metella Montanari, produz. Istituto Storico di Modena/Comune di Modena/Regione Emilia-Romagna, con la collaborazione di Archivio di Stato di Modena, Archivio Storico di Modena, Biblioteca Poletti, Comunità Ebraica di Modena e Reggio, Fondazione Fotografia, Gallerie Estensi, BN/col., 80′, 2018

Il 17 novembre 1938 la promulgazione dei provvedimenti per la difesa della razza sconvolge la vita degli ebrei italiani e sancisce l’introduzione di una politica apertamente razzista da parte dello Stato. Grazie ai filmati d’epoca dell’Istituto Luce, i documenti, la testimonianza, la voce degli storici e alcuni profili biografici, tra i quali quello di Angelo Fortunato Formiggini, il racconto si snoda, attraverso 10 capitoli, dal 1938 fino al dopoguerra e al difficile ritorno ad una “reale normalità”.

Guarda


FONDERIA 39

Documentario, regia di Nico Guidetti, produz. Mediavision/Popcult, con il sostegno dell’Emilia-Romagna Film Commission, col., 90′, 2017

La Fonderia 39, a Reggio Emilia, è sede della Fondazione Nazionale della Danza e della Compagnia Aterballetto, fiore all’occhiello della vita culturale cittadina ed esperienza artistica di valore internazionale. Dall’iniziale destinazione d’uso industriale, come parte del complesso di Lombardini Motori, la Fonderia si è trasformata in un tempio della creatività. Per raccontare questa esperienza, il film ci conduce attraverso tre capitoli, che prendono il nome dalle tre sale – Fucina, Fusione e Formatura – a conoscere il lavoro quotidiano di tutti coloro che contribuiscono ai successi di Aterballetto: dai danzatori alle sarte, dai fotografi ai giovani musicisti, in una ricchezza sconfinata di sperimentazione del corpo e della mente.

Biografilm Festival 2017 | ViaEmiliaDocFest2017 | Madrid Art Film Festival 2017 | Idaco Festival New York City 2018  

Clip          Media


DENOMINAZIONE DI ORIGINE POPOLARE – La vera o presunta storia dei Violini di Santa Vittoria

dop3

Documentario, regia di Nico Guidetti, produz. Mediavision/Popcult, con il sostegno dell’Emilia-Romagna Film Commission, in collaborazione con Ass. I violini di Santa Vittoria, BN/col., 80′, 2016

Leggenda vuole che a Santa Vittoria di Gualtieri, piccola frazione sperduta nella pianura, in quella fetta della bassa reggiana che si affaccia sul Po, a fine Ottocento, su circa 500 abitanti esistessero più di 10 orchestre da ballo. Il che suona strano se pensiamo che allora quasi tutti gli abitanti di quel paese erano poveri braccianti costretti a una vita di stenti e fatiche, a inseguire i lavori agricoli al ritmo delle stagioni, o spesso a emigrare lontano per non morire di fame. In realtà, la musica ha da sempre accompagnato le fatiche degli uomini più poveri. E il violino, strumento popolare per eccellenza, era diffuso nelle campagne da sempre. Ma la particolarità dei braccianti di Santa Vittoria è che, a un certo punto, molti di loro capirono che suonare poteva essere non solo uno svago, per dimenticare le fatiche della giornata, ma un vero e proprio mestiere con il quale riscattarsi e conquistare finalmente la libertà. da questo impasto di Storia, lavoro e libertà nacquero I Violini di Santa Vittoria.

ViaEmiliaDocFest2016

Clip          DVD          Media


SABOTATORI

sabotatori3

Documentario, regia di Nico Guidetti, Matthias Durchfeld, produz. Mediavision/Popcult/Istorecocon il sostegno dell’Emilia-Romagna Film Commission,BN/col., 70′, 2015

Sabotatori è un film che parla di antifascismo non come fenomeno sociale e politico appartenente ad una memoria storica ormai lontana, ma come strumento quotidiano di contrasto, oggi, a violenze e a pratiche antidemocratiche. E lo fa raccontando le storie di Toni, Steffen, Tania e Stefano, appartenenti a generazioni diverse, ad aree geografiche lontane, ma ugualmente capaci di dirci, ognuno a modo suo, cosa significhi essere resistenti e sabotatori.

ViaEmiliaDocFest2015 | ParmaFilmFestival2015

Clip          DVD


LA FINE DEL LAVORO

fine del lavoro.jpg

Documentario, regia di Nico Guidetti, Antonio Canovi, produz. Pulsemedia/Mediavision, con il sostegno della Cineteca di Bologna e Film Commission di Bologna, col., 80′, 2013

Questo film è stato girato tra l’Appennino e il Po, a Reggio Emilia.
Una provincia che ha scelto di abitare integralmente le passioni del ‘900.
Culla del Socialismo, teatro sanguinoso della conquista fascista, le sue campagne protagoniste di una straodinaria lotta di Resistenza, quindi fertile laboratorio politico dell’Italia repubblicana.
Una terra che si è innamorata della meccanica, per traguardare prima il “mondo nuovo”.

Guarda


IL VIOLINO DI CERVAROLO

cervarolo8

Documentario, regia di Nico Guidetti, Matthias Durchfeld, produz. Mediavision/Popcult/Istoreco, BN/col., 70′, 2012

Quasi settant’anni dopo la strage nazifascista di Cervarolo, piccola comunità sull’Appennino reggiano, Italo Rovali, che in quell’occasione perse nonno e zio, indaga fra i suoi ricordi alla ricerca dei responsabili di quell’eccidio. Grazie alla sua lunga indagine insieme a un gruppo di procuratori si riesce finalmente ad aprire il processo in tribunale.
Il 15 marzo 1944 era in atto il primo grande rastrellamento in montagna con un contingente misto di truppe naziste e fasciste. L’obiettivo era scovare e sterminare i ribelli. Lo scontro che ne seguì a Cerré Sologno si risolse inaspettatamente in una vittoria partigiana, ma con morti da entrambe le parti.
Alcuni dei prigionieri nazisti e fascisti furono successivamente giustiziati dai partigiani. La rappresaglia tedesca non si fece attendere. Il 18 marzo 1944, infatti, la Divisione corazzata Hermann Göring, coadiuvata dalle truppe fasciste locali, diede inizio a una serie di stragi di civili sull’Appennino modenese e reggiano.
Una tragedia che ha segnato per sempre la vita di Italo, i cui ricordi e legami affiorano inaspettatamente nel corso del processo. Compresa l’incredibile storia del violino di suo padre.

ViaEmiliaDocFest2013 | GlobaleFilmFestival – Berlino | Parma Film Festival 2013

Guarda          DVD          Media


NOTE A MARGINE – Appunti per un film sul 7 luglio

note-5

Documentario, regia di Nico Guidetti, produz. Mediavision, BN/col., 60′, 2010

Il 1960 è da molti storici considerato una data spartiacque nel Novecento italiano. Il governo Tambroni si formò con l’appoggio dei neofascisti e questo (a soli 15 anni dalla caduta di Mussolini) scatenò scioperi e manifestazioni di protesta in tutta Italia. A Reggio Emilia, città comunista per antonomasia, il 7 luglio una manifestazione pacifica venne soppressa nel sangue dalla celere: cinque morti, giovani o giovanissimi, e decine di feriti. In seguito a quei fatti il governo Tambroni cadde e si aprì la stagione riformatrice del centrosinistra. Attraverso lo scrittore Paolo Nori, che a quegli eventi dedicò nel 2006 un romanzo (Noi la farem vendetta, ed. Feltrinelli), il documentario ripercorre la cronaca di quell’estate del ’60 e, contemporaneamente, getta uno sguardo inquieto sul presente di una città emiliana di provincia, dei giovani che la vivono, di una sinistra alla costante ricerca di se stessa: chi scende in piazza oggi? Che eredità ha lasciato quel drammatico giorno, a cinquant’anni di distanza?

ViaEmiliaDocFest 2010 | Parma FIlm Festival 2010 – Concorso

Guarda


FUORI LE MURA – Appunti per un film su San Lorenzo

san lorenzo

Documentario, regia di Nico Guidetti e Antonio Canovi, col., 45′, 2010

Viaggetto peripatetico fuori le mura di Roma, nel suo quartiere popolare per antonomasia: San Lorenzo. Per scoprire, attraverso la diretta voce dei suoi abitanti storici, interrogati dall’occhio curioso del geostorico Antonio Canovi, ciò che è stato San Lorenzo e ciò che rimane di quella sinistra romana un tempo così forte e vitale da queste parti.

Guarda


MANDYLION – Il volto della madre

Documentario, regia di Nico Guidetti, col., 25′, 2010

Il Mandylion, agli inizi del Medioevo, era un telo che raffigurava il volto di Cristo, immagine venerata soprattutto dalle comunità cristiane orientali.
Questo documentario riprende e capovolge quell’immagine, sostituendo al volto del figlio, quello della madre. Perché è il “mistero” della maternità che viene qui esplorato, attraverso i volti e le parole di donne di età, etnia e culture diverse, accomunate tutte, però, da quell’unica, misteriosa esperienza che è la maternità.

Guarda


IL PRESIDIO / MILITANTI / NAKABIÀ

il-presidio

Documentario, regia di Nico Guidetti, Nadia Caiti, produz. Centro Studi R60, col., 2009

Nel 2008 i proprietari della Immergas di Gualtieri (in provincia di Reggio Emilia) stavano per chiudere l’azienda. Non per mancanza di lavoro, ma per cattiva gestione della stessa. Gli operai decisero allora di promuovere un’iniziativa di lotta a oltranza davanti all’ingresso dello stabilimento. Il presidio racconta una giornata di lotta, fatta di quelle paure, speranze, solidarietà, proprie del mondo operaio. Insieme agli altri due documentari Militanti (sui ricordi di lotta e militanza negli anni ’70 di sindacalisti e delegati) e Nakabià (ritratto al lavoro di Khadija, sindacalista algerina della Fiom-Cgil), costituisce una trilogia sul lavoro (o quel che ne rimane).

ViaEmiliaDocFest 2010

Guarda


IO C’ERO – (Auto)ritratto di Mario Ferrario, pittore

Documentario, regia di Nico Guidetti, produz. Centro Studi R60, BN/col., 20′, 2008

Orgogliosamente anacronistico, Mario Ferrario ha saputo unire come pochi impegno civile e arte, restituendo alla pittura quello slancio civile di denuncia che ha da tempo smarrito. Il film, come l’opera incompiuta che ne dà il titolo, in seguito all’improvvisa scomparsa del pittore, è diventato così una sorta di testamento spirituale.

Docintour 2008

Guarda


TANTO DI CAPPELLO – Storia di un cinema e del suo paese

tanto-di-cappello

Documentario, regia di Nico Guidetti, Graziano Marani, BN/col., 60′, 2008

L’incredibile storia di una sala cinematografica di paese sorta dopo la guerra, e divenuta, nel ’68, forse suo malgrado, piccolo centro di una grande rivoluzione. Tra sogno e realtà, un paio di comprimari d’eccezione: Clint Eastwood e Gian Maria Volontè.

EstateDoc 2009

Clip


I GIORNI DELL’AMORE NASCENTE – Il mondo di Franco Piavoli

Documentario, regia di Nico Guidetti, Federico Baracchi, produz. Mediavision, BN/col., 50′, 2008

Ritratto di un regista ultraindipendente, che ha fatto del mondo che circonda casa sua un set cinematografico vero e proprio, dove ambientare film incredibili piovuti da un altrove a cui il cinema italiano è assai poco abituato. Il realismo si fa astrazione, mito e, a volte, fantascienza. Franco Piavoli ci guida nel suo mondo domestico, da lui dipinto, fotografato, ripreso nell’arco di 50 anni di vita.

Parma Film Festival 2006 –  Concorso

Guarda          DVD


IL MAGO DEL CINEMA – L’incredibile storia di Mr. Corman, regista low budget

cormanprice

Documentario, regia di Luigi Sardiello, Nico Guidetti, prdouz. Mediavision/Solares, BN/col., 50′, 2006

In questo documentario Roger Corman, leggendario produttore e regista americano, racconta se stesso, la propria vita e il proprio lavoro, sia come autore di B-Movies (indimenticabile la serie tratta da Edgar Allan Poe che vide protagonisti Peter Lorre e Vincent Price) sia come produttore scopritore di talenti (da Scorsese a Coppola, da Jack Nicholson a Ron Howard).

Noir In Festival 2006 – Evento Speciale

Clip          DVD


SANTE MUSSINI – Terra, lavoro e mezzadria

Documentario, regia di Nico Guidetti, BN/col., 2003, 30′

A partire dal ricordo della morte del contadino Sante Mussini, durante una manifestazione nel 1948, si ricostruisce il mondo perduto della mezzadria in Emilia, fatto di povertà, sacrifici e immani fatiche, ma anche di valori, di Resistenza e di lotta.

Collecchio Film Festival 2003 – Miglior Documentario

Clip